SEO che cos’è e cosa serve sapere

7/11

SEO?

SEO, l’acronimo inglese di Search Engine Optimization sta ad indicare l’ “ottimizzazione per i motori di ricerca“.

Di fatto, queste tre lettere racchiudono una serie di strategie e pratiche volte ad aumentare la visibilità e migliorare il posizionamento di un sito internet nelle classifiche dei motori di ricerca, nei risultati non a pagamento, detti risultati “puri” o “organici“.

Per l’appunto, dobbiamo subito differenziare la SEO dalla SEM che sta per Seach Engine Marketing (marketing attraverso i motori di ricerca) e comprende, invece, sia i risultati di ricerca a pagamento (in cui è possibile comparire utilizzando strumenti come Google Adwords o Bing Ads) che i risultati organici di ricerca (SEO).

Non acceleriamo i tempi. Lascerò la descrizione della SEM e le relative differenze con la SEO al prossimo articolo!

Facciamo un passo indietro.

Per poter utilizzare tutti gli strumenti possibili per l’ottimizzazione del nostro sito internet e quindi fare un’ottimo lavoro di SEO, dobbiamo concentrare la nostra attività verso lo studio dell’ algoritmo utilizzato dal motore di ricerca più cliccato in assoluto, Google.

Dobbiamo tenerci al passo con i suoi continui aggiornamenti capendo come rendere i siti più “graditi” a tale algoritmo.

Concretamente, il fine della SEO è fare in modo che il nostro sito web (o l’e-commerce) si posizioni nei primi posti delle SERP, ovvero dei risultati di ricerca che compaiono sotto forma di elenco dopo aver digitato una query, domanda.

Le tecniche SEO, e quindi l’ottimizzazione per i motori di ricerca, da impiegare sono molteplici e, per essere efficaci, devono essere utilizzate in modo sistemico e cooperante e devono essere continuative nel tempo per evitare che Google si dimentichi di noi e ci lasci cadere nell’oblio.

Come fare SEO e l’ottimizzazione nei motori di ricerca

Spesso, erroneamente, si pensa che il lavoro del SEO Specialist è collegato solamente alla ricerca delle keyword o parole chiave. Questo, infatti, è solo uno degli aspetti su cui si concentra l’attività della SEO.

Facciamo le giuste differenze.

La SEO on-site

  •  è l’insieme delle pratiche che riguardano l’ottimizzazione del sito nei suoi aspetti generali, validi cioè per qualsiasi pagina. Di quest’area fanno parte gli aspetti relativi alla velocità e alle prestazioni del sito, alla sicurezza, alla sua usabilità anche da dispositivi mobile.  Quando si parla di SEO on-site si fa riferimento a caratteristiche tecniche, come l’hosting sul quale è ospitato il sito o il CMS utilizzato per realizzarlo. Infatti, le caratteristiche del server messo a disposizione dell’hosting e le sue impostazioni influenzano notevolmente fattori come la velocità di caricamento delle pagine, la sicurezza e le prestazioni. Oltretutto, la scelta del giusto CMS può determinare che il tuo sito abbia un codice pulito e ordinato, e quindi interpretato correttamente dai motori di ricerca, e che il suo layout sia responsive perciò garantire una buona user experience per chi lo consulta da smartphone o tablet.

SEO on-page

  • si concentra sull’ottimizzazione delle singole pagine del sito di riferimento ed ecco che qui entrano in gioco le famose keyword o parole chiave. Lo scopo della SEO è che le parole chiave utilizzate nel proprio sito corrispondano a quelle più ricercate dall’utente. Quindi, è necessario scoprire quali sono le parole chiave giuste del tuo settore e utilizzarle per creare contenuti di qualità. Le keyword, andranno utilizzate in precisi punti della pagina, principalmente è opportuno inserirle nei titoli  e nei sottotitoli così da essere individuate prima dai motori di ricerca e per aiutare chi legge a capire meglio l’argomento e la struttura del discorso.Ma la SEO on-page non finisce qui, perché si occupa anche di altri aspetti, tra i quali, per esempio, ottimizzare le immagini per alleggerire il più possibile il file e quindi aumentare la velocità di caricamento della pagina.

La SEO off-site

  • si riferisce a tutte le attività svolte al di fuori del sito web. Ci riferiamo agli argomenti simili a quelli trattati dal sito internet di riferimento presenti nei  vari social o blog. L’obiettivo principale è quello di far in modo che anche visitatori esterni possano arrivare al tuo sito aumentando le visualizzazioni e di conseguenza la popolarità del sito sul web. Infatti, l’authority è un fattore determinante per il posizionamento e ci sono diverse tecniche per aumentarla, tra cui la presenza di link verso il tuo sito all’interno di siti che hanno già una certa posizione su Google.